1. Notes: 28 / 8 ore fa  from batchiara (originally from wirta)

    batchiara:

    wirta:

    La colpa è delle piante grasse, ci fanno credere che bastino poche attenzioni per vivere.

    io nel dubbio le affogo fino a farle marcire, così imparano, maledette sbruffone del cazzo.

  2. Notes: 21 / 1 giorno fa  from curiositasmundi (originally from iceageiscoming)
    
Lo schema riprodotto qui sopra è tratto da Elementi per una teoria dei media (1970) di Hans Magnus Enzenberger (insieme ad altri saggi, in: Palaver, Einaudi 1976 – pagg. 79-113), e costringe a un riso amaro: ai tempi in cui internet non c’era, si immaginava che qualcosa come internet avrebbe emancipato le masse. Prima di ogni altra considerazione, però, c’è da chiedersi se questa inferenza sia lecita. È un medium, internet? Mi pare sia impossibile negarlo. Risponde alle caratteristiche descritte nella colonna a destra nello schema? Direi di sì. Bene, ha emancipato le masse? Qui la risposta non può essere altrettanto scontata. In fondo, è solo da vent’anni che internet è alla portata di chi voglia servirsene, dunque potrebbe essere troppo presto per escludere che sia in grado di farlo. […] E poi: emancipare le masse da cosa? Qual è il mancipium dal quale dovrebbe/potrebbe liberarci? C’è da attendersi che possa favorire la democrazia?A dispetto del fatto che l’avvento di internet sia stato coincidente al progressivo estendersi di quella cui Colin Crouch diede il nome di postdemocrazia, c’è chi ne è convinto, rigettando ogni correlazione d’ordine causale tra i due fenomeni ed anzi suggerendo che il primo sia una reazione al secondo. Può darsi, e tuttavia l’antidoto che internet sarebbe allo svuotamento della forma democratica da ogni sua sostanza, verso derive populistiche, fin qui non ha assunto tratti sostanzialmente analoghi? Dobbiamo credere che la sua azione possa essere efficace per meccanismo di tipo omeopatico? […] In altri termini: non c’è da sospettare che internet non abbia in sé alcun potenziale liberatorio, ma sia semplicemente un’estensione, una duplicazione, dell’agorà in cui la democrazia – com’è per sua natura – degenera in dispotismo plebiscitario? Se è così, dovremmo rivedere la tesi di Marshall McLuhan per la quale «il medium è il messaggio» o convenire che internet non è niente di nuovo.
Luigi Castaldi (via Malvino: La vista da lì)

    Lo schema riprodotto qui sopra è tratto da Elementi per una teoria dei media (1970) di Hans Magnus Enzenberger (insieme ad altri saggi, in: Palaver, Einaudi 1976 – pagg. 79-113), e costringe a un riso amaro: ai tempi in cui internet non c’era, si immaginava che qualcosa come internet avrebbe emancipato le masse. Prima di ogni altra considerazione, però, c’è da chiedersi se questa inferenza sia lecita. È un medium, internet? Mi pare sia impossibile negarlo. Risponde alle caratteristiche descritte nella colonna a destra nello schema? Direi di sì. Bene, ha emancipato le masse? Qui la risposta non può essere altrettanto scontata. In fondo, è solo da vent’anni che internet è alla portata di chi voglia servirsene, dunque potrebbe essere troppo presto per escludere che sia in grado di farlo. […] E poi: emancipare le masse da cosa? Qual è il mancipium dal quale dovrebbe/potrebbe liberarci? C’è da attendersi che possa favorire la democrazia?
    A dispetto del fatto che l’avvento di internet sia stato coincidente al progressivo estendersi di quella cui Colin Crouch diede il nome di
    postdemocrazia, c’è chi ne è convinto, rigettando ogni correlazione d’ordine causale tra i due fenomeni ed anzi suggerendo che il primo sia una reazione al secondo. Può darsi, e tuttavia l’antidoto che internet sarebbe allo svuotamento della forma democratica da ogni sua sostanza, verso derive populistiche, fin qui non ha assunto tratti sostanzialmente analoghi? Dobbiamo credere che la sua azione possa essere efficace per meccanismo di tipo omeopatico? […] In altri termini: non c’è da sospettare che internet non abbia in sé alcun potenziale liberatorio, ma sia semplicemente un’estensione, una duplicazione, dell’agorà in cui la democrazia – com’è per sua natura – degenera in dispotismo plebiscitario? Se è così, dovremmo rivedere la tesi di Marshall McLuhan per la quale «il medium è il messaggio» o convenire che internet non è niente di nuovo.

    Luigi Castaldi (via Malvino: La vista da lì)

    (Fonte: iceageiscoming)

     
  3. Notes: 3863 / 1 giorno fa  from gliocchituoilosanno (originally from elasciamolecaderequestestelle)
    "Ci sedemmo. Lui mi fece spazio tra le gambe poco larghe. Gli poggiavo la schiena sul cuore. Chiuse le braccia intorno a me. Ecco.
    Non c’era niente e c’era tutto."
    - Roberta De Santis (via quelmareciavevafregato)

    (Fonte: elasciamolecaderequestestelle)

  4. Notes: 15 / 1 giorno fa  from brezzadilago (originally from 3lena)

    (Fonte: 3lena)

     
  5. Notes: 370 / 1 giorno fa  from bugiardaeincosciente (originally from aphromosia)
    aphromosia:

#ètuttofinito…

    aphromosia:

    #ètuttofinito…

     
  6. Notes: 8583 / 1 giorno fa  from eleancorechilesalva (originally from vento-gelido)
    "Non potrai mai odiare chi ti ha fatto star davvero bene, nonostante tutto."
    -

    vento-gelido (via vento-gelido)

    Vero.. Bella merda

    (via lamore-neisuoiocchi)

    Fottuta verità…

    (via laragazzachecredevanellefavole)

    Che merda.

    (via rosso-malpelo)

    -

    (via tivorreinellemiebraccia)

  7. Notes: 88 / 2 giorni fa  from iamtheheroofmystory (originally from ragazzacidamadolce)
     
  8. Notes: 2570 / 2 giorni fa  from fotte-un-cazzo (originally from fotte-un-cazzo)
    fotte-un-cazzo:

HAHAHAHA! (VIA fotte-un-cazzo)

    fotte-un-cazzo:

    HAHAHAHA! (VIA fotte-un-cazzo)

     
  9. Notes: 140 / 2 giorni fa  from subroken (originally from fotte-un-cazzo)
    "Le mestruazioni sono la giusta punizione che Dio dette alla donna. Dopo che Eva mangiò la mela Dio disse: “Pagherai col sangue, ma in comode rate mensili.”"
    -

    GRANDE DIO! no aspetta.. è un grande svantaggio anche per gli uomini..

     fotte-un-cazzo

    (via fotte-un-cazzo)
  10. Notes: 57 / 2 giorni fa  from subroken (originally from fotte-un-cazzo)
    "Sorridi al nemico.. è la cosa che odia di più!"
    -

    fotte-un-cazzo.

    *SMILE* :)

    (Fonte: fotte-un-cazzo)

  11. Notes: 953 / 2 giorni fa  from di-eclissi-per-non-rivederci (originally from laragazzafantasma)
    "La prima volta che mi hai abbracciato ho sentito che avrei potuto abituarmici."
    - J.R. Ward (via laragazzafantasma)
  12. Notes: 322 / 2 giorni fa  from di-eclissi-per-non-rivederci (originally from fammiesserequalcosa)
    "Ho aspettato così a lungo persone invano che ora non aspetto più nemmeno me stessa quando non mi vedo tornare."
    - Fammiesserequalcosa (via fammiesserequalcosa)
  13. Notes: 12 / 2 giorni fa  from aptene
    "Perchè le parole dell’anno passato appartengono al linguaggio dell’anno passato
    e le parole dell’anno prossimo attendono una nuova voce."
    - T.S. Eliot (via aptene)
  14. Notes: 46 / 2 giorni fa  from ilfascinodelvago
    "Il problema non sono i padroni, sono i soldi che ci rendono schiavi. Il giorno della grande separazione, chi ha avuto ragione non è stato il fesso che è sceso dall’albero per diventare sapiens, è stata la scimmia che ha continuato a cogliere i frutti grattandosi la pancia. Gli uomini non hanno capito niente dell’evoluzione. Chi lavora è il re dei coglioni."
    - Il club degli incorreggibili ottimisti, (pag. 407) J. M. Guenassia (via ilfascinodelvago)
  15. Notes: 8570 / 2 giorni fa  from l-amore-vince (originally from sestaiapezziotirialziosonocazzi)
     
avatar_128
 
 
Odi et amo
Odio i pettegolezzi, la falsità e la cattiveria gratuita. Odio chi cerca di approfittare degli altri, chi pensa di essere il più furbo e pensa di poterti fregare, chi cerca la strada più breve.
Odio il freddo, il vento e le giornate uggiose.
Odio chi si lamenta e non fa nulla per cambiare le cose, odio le bugie e le mancate verità, i silenzi gratuiti e i codardi.
Odio i muri invalicabili, la prepotenza, la saccenza e l'ignoranza.
Odio me stessa quando sono triste e non riesco a reagire, quando non raggiungo gli obiettivi che mi ero prefissata e quando deludo qualcuno.
Odio le scarpe basse, le zip e i collant.
Odio nascondermi dietro alle scuse, non affrontare i problemi e far finta di nulla.

Amo la mia famiglia, i miei amici, amo ridere e sorridere, amo far sentire le persone importanti, perchè tutti lo meritano.
Amo gettarmi a capofitto nelle cose, non risparmiarmi, amo ascoltare, discutere e mettermi in gioco.
Amo il Natale, le cene di famiglia, il brusio a tavola e il tintinnio delle stoviglie.
Amo imparare da tutte le persone che incrociano la mia strada, anche le peggiori e quelle meno importanti, amo imparare dai miei sbagli che mi fanno essere la persona che sono oggi.
Amo il rumore della pioggia quando sono sotto le coperte, il sole che scalda la mia pelle, un'onda che mi travolge e la tranquillità dei miei silenzi.
Amo le persone vitali, schiette, trasparenti che sanno dire quello che provano e non hanno paura a farlo.
Amo l'odore e il sapore del caffè, la pizza e il gelato.
Amo cucinare per gli altri, fare regali.
Amo fare la buffona per strappare un sorriso a chi vedo triste, prendermi in giro e scherzare sui miei innumerevoli difetti.
Amo leggere, immergermi nel silenzio della mia solitudine, piangere per un film o per una partita.
Amo i tacchi a spillo, le borse e i vestiti.
Amo il biondo, non perchè sono scema ma perchè mi sa di estate e mi mette allegria
 
 

Following

stripeoutmasuokamicilycosipegiocolikeneelyoharabatchiaraiceageiscomingmisswallflowersteff1024unicornisthewayculochetremaabsolutbubikon-igimdma-maomistrofallingwonderwallconaffettovaffanculoto-youngspegniriaccendiwirtarispostesenzadomandawaitforhightidequalcunoconcuicorreremauro0280rossocramailfascinodelvagosamarcandarungiadovetosanoleaquiledimmelotuunoetrinoasmodays-votaryi-justhave-a-bad-daymasoassai3n0m15madonnaliberaprofessionistanelsilenziolassenzioguardadovevaigliocchituoilosannoresteremoabaciarciallinfinitoemmanuelnegroworldisajungletattoodollvogliofarelastronautacinquebiancojekosteappledayjaimelannistercuriousgirlmarealmattinoyesiamdrowningac-zlemonjuiceandeathsweetrevolverspaamcaropolloalchemicokillingbambistoriadiunapiccolaienaeleancorechilesalvaiosonodighiacciomichiamanoacida1000eyeshibiscusilencejustmyfuckingbrainavereunsogno62mammhutnonleggerlolacrimechearrugginisconofljotavikmisseternalunsatisfieddoppisensifrahponepercentaboutanythinggiurochesiamoinfinitothisappointmentgiorniriciclativivendainchiostroamaroocean-of-unsaid-wordsdamadipicchele20e8minutiinsolent-beautypiccologiocattolodifettosohafmittverita-suppostapasogazzellaneramagiadelsognohowtofuckthepainawayscarletintheoceanel-herejestaffinveceerauncalesseparolesordomutelupoderomanowimwarriorquartodisecolofemminacomeguerragravitazerofogliadithegiuliawordsquantavitainsiemeatemaewebugiardaeincoscientemariaemmalasbronzaconsapevoleninfadora88myloveinblackandwhitecieligrigiloveyourchaossaltuariamente-contentacomemanialfreddoilciospoiamtheheroofmystoryframmentidimaresubrokenavereoessereallblackeveremilybaudelaireciaociaobambinaonceuponatime89michelamaioneseiodiovolarefrarfielicrisosupercazzolaprematurataneedforcolormicrosatiraperiferiagalatticainstagrammilo74falcemartellobastardetteevachen212corallorossomoviesinframesbacisfioratiemilyvalentinesospirisusogniphilofobialorenzopiedigrandivirginiamandak-alesiaa--line-in-the--sandcoqbaroqueyomersapiensinsidemisslapizzicatayoshinaklareginazabodi-eclissi-per-non-rivedercivendommerdadentroteunmattomenodizeropelle-scuradioromatopoppiv4l3burzabolladinevedioculoilpozzodelletrameperdutebalenessassideratamental-travelendlessinertiamyborderlandconillanterninolitenharikenpeacelovechaneltempibuiunocomenessunountemporalelenzuolastropicciaterivoluzionariabesiegingninnuzzacuriositasmundialex-forkanashimi-joursnoirscercamineimieisilenzisinutredicosechefannomaleseinvenascorreaptenelunaspinabrezzadilagomastrangelinahotelmessico7diseravestitamalesonoquicheaspettodimancartivialemanidagliocchimoscaciecaperversjonwordstarsegocentricacomeigattiinsalatadiparolefuckyeahmarilynmonroeiosonoundubitatoreincurabilefatalquietevorreidpalcolicesimoiononsononienteproust2000globalmistakeimonthepursuitofhappinessforyouminhomioarsvivendivivre-est-un-acte-egoisteselliusthelastdominopaturniosahobisognodipiusorrisixlthlxwakeupjudedottoressadaniapaolotorettoplacidiappuntivoguemiriskussnikacreativeroomapophisfilosoffessabutasafeplacereadanielsinquietudoinquietudinisliquidaselanuspurpledrizzlyhekhebreakfastwithaudreyhboredcavecomefiorialventodiazepamepopcornprettyfoodsfivespotafterdarkinnertracklistlady-barcollandophilapplel-amore-vincecostalongumissvincentourmarilyntiffany964ilpaporosescherubimthatgirlwillfrankiehinrgci-si-abituacheccachicchiritroviamocilecosecheabbiamoincomunesono4850tommasolosgabuzzocristianaformettapandatequeskyzoofrenistatenshinoutamegliotardiphonkmeisterhimelisticunastoriainterrottamoon-spoonkimjonguninfoeadessofuorisispengonolelucimisantrophiaaalosesomewinsome17potrisotellinavitadasvampita03arkevanthail-minotauromalinconialeggeragargantuapeberevalkiriachezbansheescemacazzothegirlwhoswaitinkekkaxnellamiamentenichilisminivesprincessparanoiastabilitaprecariafrozenhalibutsolodascavarelisa--doeilnostrodestinodavidsaneinsaneredfordlasimplequattrogiornichetiamoboccadirosarossapurpleverbenamisswasabisauce
 

Tumblr